top of page

Chi difenderà l’occupazione dei lavoratori residenti?

Aggiornamento: 16 set 2023



Nel 2024 entrerà in vigore il nuovo accordo fra Italia e Svizzera sulla tassazione dei lavoratori frontalieri, un accordo che modificherà la Convenzione fra la Repubblica italiana e la Confederazione elvetica risalente al 1976. Se finora la Confederazione riversava allo stato italiano il 40% del- l’imposta alla fonte, con il nuovo accordo la percentuale passerà al 20% e ciò, per il lavoratore frontaliere, si tradurrà in un aumento della pressione fiscale, in quanto il suo reddito verrà tassato pure in Italia. Ed è su questi aspetti che nasce l’inghippo: in effetti l’accordo prevede un regime transito- rio per gli attuali frontalieri. Coloro che lavorano o hanno lavorato in Ticino (Grigioni e Vallese) nel periodo compreso fra il 31 dicembre 2018 e la data di entrata in vigore del nuovo accordo (2024), rientreranno nel regime transitorio e continueranno a essere assoggettati ad imposizione esclusivamente in Svizzera fino al termine del 2033 con notevole risparmio. Sarà dunque il 2023 un anno in cui molti cittadini della vicina Repubblica cercheranno di poter usufruire di questo regime transitorio trovando impiego nel nostro Cantone anche con stipendi secondo i minimi salariali, stipendi che risultano essere poco interessanti per i lavoratori ticinesi, ma che continuano ad attirare nuovi frontalieri per i quali risultano invece appetibili e molto più elevati

rispetto a quelli offerti nella vicina penisola. Presto il numero dei frontalieri, ormai a quota 80'000, conoscerà una nuova impennata a scapito dell’occupazione dei lavoratori ticinesi, senza dimenticare che le nostre strade risulteranno ancora più intasate... E allora mi chiedo: come risolviamo questo problema? Quali provvedimenti prenderanno le nostre Autorità per evitare questo prevedibile aumento di lavoratori frontalieri? Come si intende difendere l’occupazione dei lavoratori locali?

ALESSANDRO MAZZOLENI MUNICIPALE DI MINUSIO E MEMRO CONSIGLIO ESECUTIVO LEGA



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page